-->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

martedì 23 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su 1°Corinzi 2:9

DIO IL RIVELATORE:
Nessuno al mondo può sapere le cose nascoste di Dio se non i suoi figli e Dio a noi ha rivelato la sua Parola tramite il suo Santo Spirito che ha messo in noi, infatti gli oracoli di Dio a l'uomo naturale gli sono nascosti perché non crede nel Dio dell'impossibile, ma a noi che abbiamo ricevuto la grazia del Signore Gesù la sua Parola ce chiara, essa è come un codice segreto e che solo coloro che sono chiamata a far parte di questo piano di Dio lo conoscono, poiché è piaciuto a Lui rivelarcelo; i suoi oracoli per noi sono limpidi e chiari perché siamo la chiesa di Cristo non fatta di muri ma di persone che lodano il suo nome con grato cuore:

Ma com'è scritto: Le cose che occhio non vide, e che orecchio non udí, e che mai salirono nel cuore dell'uomo, sono quelle che Dio ha preparate per coloro che lo amano.
(1°Corinzi 2:9)
Vincenzo Profenna

lunedì 22 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Geremia 17:7

SEGUIRE SOLO DIO:
Avendo fiducia in Dio non guarderemo oltre Lui e non terremo conto, se non alto, a Lui Padre e Figlio per mezzo del Suo Santo Spirito. Non c'è speranza per noi in questo mondo se andiamo oltre Dio, non possiamo trovare nessuno come Lui nessun ministro o sacerdote o santo, o che esso sia, che può aiutarci come Dio lo può fare, noi esseri umani abbiamo i nostri limiti, invece Dio non ha limiti, Egli ci può aiutare in ogni difficoltà, ma oltre tutto può trasformare la nostra esistenza non solo con una parola, ma anche con la Sua presenza vicino a noi può trasformare la nostra aridità in un fiume che non si asciugherà mai, perciò confidiamo solo in Dio:

Benedetto l'uomo che confida nel Signore, e la cui fiducia è il Signore!
(Geremia 17:7)
Vincenzo Profenna

sabato 20 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Corinzi 13:1

L'AMORE DI DIO:
Deve essere il centro della nostra esistenza perché senza il suo amore non possiamo fare niente, perché il nostro amore umano ha i suoi limiti, ma l'amore che Dio ha messo in noi tramite il suo Spirito Santo esso è profondo e non ha limiti e di questo amore dobbiamo essere animati che non sarà mai per se stessi ma per gli altri, di questo amore Gesù il Signore era impregnato essendo Dio stesso e Lui ha vissuto la sua vita in terra vivendo per gli altri e lo ha dimostrato morendo in croce per l'umanità per liberarci dai nostri peccati e per farci vivere guidati dal suo amore, allora facciamo la volontà di Dio guidati da questo suo amore e vedremo il suo regno avanzare intorno a noi:

Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi amore, sarei un rame risonante o uno squillante cembalo.
(Corinzi 13:1)
Vincenzo Profenna

venerdì 19 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Romani 4:7

DIO CI HA LIBERATI:
Dio ha fatto un'opera salvifica in noi attraverso Cristo il suo Figlio che non ci potrà mai far ritornare indietro perché l'opera salvifica di Cristo e profonda e ha toccato le corde del nostro cuore "come farebbe uno che ha ricevuto un gran tesoro da uno sconosciuto a rinnegare questa persona che ha cambiato la sua vita e la sua storia? Cosi noi non possiamo rinnegare Cristo che non abbiamo conosciuto fisicamente, ma per fede abbiamo ricevuto la sua grazia liberatrice in noi e questo non è stato fatto senza dolore, ma Cristo ha dovuto subire la croce per darci vita eterna in Lui, perciò viviamo in libertà davanti a Lui non divenendo più schiavi del peccato, perché Dio ci ha perdonati in Cristo:

Beati quelli le cui iniquità sono perdonate e i cui peccati sono coperti.
(Romani 4:7)
Vincenzo Profenna

giovedì 18 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Galati 5:24

CRISTO IL REDENTORE:
Cristo ci ha redenti dal nostro vano modo di vivere affinché viviamo per Lui, e non più per le passioni mondane noi ne siamo liberi in Cristo, essendo una nuova creatura in Lui, pensate se prendete un barbone e lo ripulite dalla sua sporcizia e gli date tutto quello che gli serve per vivere e uno spirito e una mente nuova egli non andrà di nuovo in mezzo ad una strada a fare le cose di prima, a meno che non è un habitué, ma siccome ci sono anche di quelli che sono riconoscenti, dei quali apprezzano coloro che gli tendono una mamo, cosi noi eravamo nel fango e Cristo ci ha donato dignità donandoci la grazia e trasformando la nostra vita da peccatori a figli di Dio e ora dobbiamo vivere la vita di Dio come dice la sua Parola per non ricadere più nella nostra vita passata:

Quelli che sono di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri.
(Galati 5:24)
Vincenzo Profenna

mercoledì 17 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Ezechiele 36:26

DIO CI CAMBIA:
Quando ci facciamo lavorare dalla Parola di Dio, Dio attraverso essa plasma e cambia il nostro cuore e da un cuore di pietra che non pulsa più lo fa diventare un cuore di carne e come un cuore di un bambino senza malizia ma semplice ed umile che ascolta la voce di Dio e fa la sua volontà, come facevano due personaggi biblici uno del vecchio patto e uno del nuovo patto, sia Mosè che Paolo avevano il cuore indurito eppure stando alla presenza di Dio e la loro vita è stata trasformata e sono divenuti strumenti potenti nelle mani di Dio e il loro cuore è rimasto di un muscolo di carne con tutte le sue normali funzioni, ma con una differenza, il peccato non lo ha più indurito e cosi anche noi se viviamo di Dio e della sua Parola il nostro cuore sarà sempre di carne e il mondo e il peccato non potranno contaminarlo più:

Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra, e vi darò un cuore di carne.
(Ezechiele 36:26)
Vincenzo Profenna

martedì 16 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Proverbi 15:16

DIO PROVVEDE:
Quando abbiamo il timore di Dio Egli ci provvede le nostre necessità, ma non ci farà mai diventare ricchi per essere poi avari, ma ci farà vivere alla sua presenza nel modo giusto e ogni giorno ci donerà quello che ci necessita, perché Egli è un Padre benigno verso le nostre vite e se diede da mangiare al suo popolo d'Israele nel deserto per 40 anni lo può fare pure per noi:
Meglio poco con il timore del Signore, che gran tesoro con turbamento.
(Proverbi 15:16)
Vincenzo Profenna

lunedì 15 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Proverbi 18:10

DIO È UN VERO RIFUGIO:
Come troviamo rifugio in Dio non lo troviamo in nessun posto nel mondo, perciò rimaniamo alla sua presenza e non ci allontaniamo mai perché come ci ama Dio non ci ama nessuno al mondo il suo amore e unico e ce lo ha dimostrato in Cristo, perciò restiamo tra le braccia del nostro Padre che è nei cieli che li siamo al sicuro:

Il nome del Signore è una forte torre; il giusto vi corre, e vi trova un alto rifugio.
(Proverbi 18:10)
Vincenzo Profenna

domenica 14 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Galati 6:2

ADEMPIAMO LA PAROLA DI DIO:Mentre viviamo in questo mondo dobbiamo vivere a pro della chiesa di Cristo che non è fatta di muri ma di persone che dobbiamo amare e aiutare a portare i pesi gravosi della vita, un figlio o una figlia di Dio non si noterà se porta avanti solo il suo fardello e in maniera astratta, ma si vedrà se nella vita di tutti i giorni è un aiuto e una Testimonianza per gli altri, cosi saremo una vera lettera scritta in Cristo e gli altri vedranno in noi il vero amore di Dio che stato sparso in noi dallo Spirito di Dio, Gesù il Signore, Egli stesso andava in giro a fare del bene e a mettere in pratica la Parola di Dio, che era il suo manuale di vita "poiché Egli stesso era la Parola fattasi carne" noi seguiamo l'esempio del Signore Gesù e facciamo la volontà di Dio come ci dice solo la sua Parola la Bibbia:

Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete cosí la legge di Cristo.
(Galati 6:2)
Vincenzo Profenna

sabato 13 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Proverbi 21:2

SOTTO LO SGUARDO DI DIO:
In questo nostro pellegrinaggio di questa vita abbiamo deciso di rivolgere lo sguardo verso colui che giammai ci abbandonerà e che egli stesso guida i nostri passi sul cammino che a sua volta ha tracciato davanti a noi e per questo motivo non agiamo come coloro che sono intorno a noi e che camminano per una via che non conoscono e sono incerti del loro futuro dei quali Dio pesa i loro cuori, mentre noi abbiamo speranza nel futuro, perché il nostro futuro è Dio stesso e sappiamo anche la via la quale stiamo percorrendo, perché la nostra via ha un nome e si chiama Cristo il Signore, poiché seguiamo il vangelo della grazia di Dio, il quale Egli ci ha proposto di seguire, per cui noi non ci sentiamo più condannati siamo interamente nelle sue mani, perciò lasciamoci guidare sempre da Dio nelle scelte della nostra vita perché il nostro cammino lo dirige Lui:

Tutte le vie dell'uomo gli sembrano rette, ma il Signore pesa i cuori.
(Proverbi 21:2)
Vincenzo Profenna

venerdì 12 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su 1°Giovanni 4:1

SOTTO LA GUIDA DI DIO:Essendo guidati da Dio e dalla sua Parola non saremo mai intrappolati da uomini corrotti che non mettono più in pratica la Parola di Dio, ma portano avanti dottrine di demoni e sono guidati da spiriti seduttori e noi stando sotto la protezione di Dio sapremmo discernere se costoro sono da Dio oppure no, perché i veri ministri di Dio non fanno niente con spirito di parte e per un onore personale, ne per arricchirsi, ma solo per l'avanzamento del regno di Dio, perché noi la salvezza l'abbiamo ricevuta in un modo gratuito e cosi la dobbiamo donare senza nessun tornaconto, ma dobbiamo dedicarci all'opera di Dio e Lui ci premierà nel modo giusto e al suo tempo:

Carissimi, non crediate a ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio; perché molti falsi profeti sono sorti nel mondo.
(1°Giovanni 4:1)
Vincenzo Profenna

giovedì 11 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Proverbi 16:3

SIAMO NELLE MANI DI DIO:
Tutto quello che facciamo lo dobbiamo fare con la guida di Dio e come un figlio o una figlia che ascolta il consiglio di suo padre prima di muoversi, e pure tutti sappiamo che i consigli dei nostri genitori sono spesso stati gradevoli e senza spine, invece Dio ci guiderà sempre a fare le cose che noi non vogliamo fare e stare con persone che noi non vogliamo stare, perché sarebbe facile stare con chi ci piace, ma noi dobbiamo testimoniare della grazia di Dio hai nostri nemici, questo è il campo per la nostra maturazione; Nella sofferenza e nella solitudine noi maturiamo e la nostra fede si rafforza in Dio, gli uomini e le donne della Bibbia nelle loro difficoltà e prigionie per Dio sono stati una Testimonianza potente nelle mani di Sue, perciò le nostre opere devono dipendere da Dio e non da noi solo cosi vedremo la sua gloria:

Affida al Signore le tue opere, e i tuoi progetti avranno successo.
(Proverbi 16:3)
Vincenzo Profenna

mercoledì 10 gennaio 2018

EVANGELICI. Meditazioni su Salmi 119:2

DIO IL NOSTRO CENTRO:
Siamo felici quando pratichiamo la Parola di Dio perché ed essa che ci mette pace nel cuore e fa crescere la nostra fede e Dio è la nostra allegrezza, senza di Lui non avremmo gioia,mentre invece stando alla sua presenza non solo viviamo con la gioia nel cuore ma la nostra intera vita vive nello splendore perché anche nelle difficoltà della vita troviamo pace in Dio, Dio e la nostra roccaforte Lui è l'unica nostra gioia in questo mondo:

Beati quelli che osservano i suoi insegnamenti, che lo cercano con tutto il cuore.
(Salmi 119:2)
Vincenzo Profenna